1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
60
61
62
63
64


8. PI – LA SOLIDARIETA'






L'acqua sulla terra scorre raccogliendosi dovunque può farlo. Per esempio nel mare dove si radunano tutti i fiumi. È un simbolo che accenna alla solidarietà ed alle sue leggi. La medesima idea viene suggerita dal fatto che tutte le linee sono tenere eccettuata la linea solida al quinto posto, quello del sovrano. I deboli sono solidali fra di loro per l'influenza della ferma volontà che sta al posto direttivo, e che è il loro centro d'unione. Ma anche questa forte personalità direttiva è solidale con gli altri, trovando in essi un complemento alla propria essenza.

LA SENTENZA

La solidarietà reca salute.
Scruta l'oracolo ancora una volta,
Per sapere se possiedi sublimità, durata e perseveranza.
Allora non vi è macchia.
Gli incerti s'accostano pian piano.
Chi viene troppo tardi ha sciagura.

Si tratta di aggregarsi ad altri per completarsi reciprocamente e favorirsi in solidarietà. Per un tale raduno vi deve essere un centro attorno al quale gli altri si raccolgono. Diventare il centro di raccolta degli uomini è cosa difficile e di grande responsabilità. Occorre grandezza interiore, consequenzialità e forza per farlo. Perciò per stabilire se è pari all'impresa esamini se stesso chi vuole radunare altri attorno a sé; poiché chi vuole radunare attorno a sé degli altri senza il sigillo di chi sia chiamato a farlo, provoca più confusione di quanta ve ne sarebbe se il raduno non avesse avuto luogo.
Dove però esiste un vero centro di raduno coloro che si sentono incerti, che dapprincipio ancora esitano, s'avvicinano pian piano da soli. Quelli che vengono troppo tardi subiscono loro stessi il danno, giacché anche nel raduno si tratta del momento giusto. Dei rapporti si annodano e si rinsaldano secondo determinate leggi interiori. Esperienze comuni si rinsaldano, e chi arriva troppo tardi e non può partecipare a queste fondamentali esperienze comuni, soffrirà trovando, come ultimo arrivato, la porta chiusa.
Chi però ha riconosciuto la necessità di radunarsi e non sente in sé la forza di fungere da centro di solidarietà, ha il dovere di aggregarsi a un'altra comunità organica (1).

L'IMMAGINE

Sulla terra sta l'acqua:
L'immagine della solidarietà.
così i re dei primi tempi hanno concesso i singoli stati come feudi
ed hanno curato amichevoli rapporti con i principi feudatari.

L'acqua sulla terra riempie tutte le lacune e vi aderisce saldamente. L'organizzazione sociale dell'antichità era fondata su questo principio di solidarietà tra dipendenti e sovrani. Le acque confluiscono da sole perché l'acqua sta in tutte le sue parti sotto le medesime leggi. Così anche la società umana deve essere solidale in base a una comunanza di interessi che fa ai che ogni singolo si senta membro di una totalità. Il potere centrale di un organismo sociale deve curare che ogni membro trovi il suo vero interesse nell'essere solidale con gli altri, come era il caso nel paterno rapporto del gran re con i suoi feudatari nell'antichità cinese.

LE SINGOLE LINEE

A lui attieniti sincero e fedele: questa non è macchia.
Verità come una terrina colma:
così in fine viene da fuori la salute!

Quando si tratta di annodare una relazione, completa sincerità, è la sole base giusta. Rappresentato dall'immagine d'una scodella di terracotta colma, nella quale tutto i contenuto e nulla è vuota forma, questo atteggiamento non si estrinseca in belle parole combinate, bensì per mezzo della forza dell'interiorità; e questa forza è così grande che attira potentemente la salute dal di fuori.

Sei al secondo posto significa:

Tieni per lui interiormente. Perseveranza reca salute!

Se si accolgono con rettitudine e perseveranza le sollecitazioni, che dall'alto ci invitano ad agire, i rapporti con l'altro sono in prima linea di natura interiore; non si perde se stessi. Chi invece ricerca un attaccamento vischioso e strisciante non segue il sentiero del nobile che conserva la sua dignità; ma si prostituisce.

Sei al terzo posto significa:

Tu sei solidale con persone che non sono quelle adatte.

Ci si trova spesso esclusivamente in compagnia di persone che non appartengono alla nostra sfera. In questo caso non bisogna lasciarsi indurre ad un'errata confidenza per forza d'abitudine. Non è necessario dire che ciò sarebbe male. Socievolezza senza intimità soli Cosa giusta di fronte a tale gente; soltanto così ci si mantiene liberi per un successivo rapporto con i propri pari.

Sci al quarto posto significa:

Anche esteriormente attieniti a lui. Perseveranza reca salute!

I rapporti con un uomo che è il centro dell'associazione sono qui già stabilmente regolati. Allora si può e si deve mostrare anche apertamente la propria affezione. Bisogna solo rimaner fermi e non lasciarsene distogliere per qualsiasi ragione.

Palesamento della solidarietà.
Il re durante la caccia fa battere solo da tre lati
E rinuncia alla selvaggina che devia prima.
I borghesi non hanno bisogno di essere messi in guardia.
Salute !

Era uso nell'antica Cina, durante la caccia a battuta, che la selvaggina venisse battuta da tre lati. Dal quarto lato la selvaggina battuta poteva deviare. Gli animali che non lo facevano dovevano poi passare per un varco, dietro il quale stava il re pronto a colpire. Solo quegli animali che passavano di là venivano uccisi. Quelli che deviavano prima si lasciavano i scappare. Questo costume corrispondeva all'animo regale, che non intendeva trasformare la caccia in un macello, ma uccideva solo quella selvaggina che si era, per così dire, arresa volontariamente.
Appare qui un sovrano, vuoi anche un uomo influente, al quale la gente cade in grembo. Egli accoglie chi viene da lui, lascia andare chi non viene. Non prega nessuno, non adula nessuno: vengono tutti da soli. In questo mode fra coloro che stanno dalla sua parte si forma una libera dipendenza. La gente non ha bisogno di forzare i propri sentimenti, anzi può mostrare spontaneamente il suo animo. Non occorrono misure poliziesche. Essi sono affezionati spontaneamente al loro signore' Anche per la vita in generale è valida questa libertà. Non bisogna corteggiare chi può favorire; sviluppando in se stessi la purezza e la forza necessaria per un centro di raccolta, vengono da soli quegli uomini che ci sono destinati.

Egli non trova nessun capo per aggregarsi solidale.
Sciagura.

Il capo è l'inizio. Senza un buon inizio non vi è buona fine. Se si perduto il momento e era si esita, rifuggendo da una vera piena dedizione, troppo tardi ci si pentirà dell'errore.


(1) Cfr. con ciò il distico: «Aspira sempre verso il totale, e se tu stesso non puoi diventare un totale, associati, come membro servente a un totale».


 
 
   
Metodo lancio tre monete Astrologia de Yi Ching