1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
60
61
62
63
64


38. KKUI - LA CONTRAPPOSIZIONE





Il segno si compone del segno primigenio superiore Li, la fiamma, che divampa verso l'alto, e del segno primigenio Tui, il lago, sotto, che si perde verso il basso. Questi moti sono contrapposti l'uno all'altro. Inoltre Li è la seconda figlia, e Tui quella minore. Quantunque dimorino nella stessa casa, esse appartengono pure a mariti differenti, e la loro volontà non è quindi indirizzata a ciò che hanno in comune, ma a cose contrapposte.

LA SENTENZA

La contrapposizione. In piccole cose salute !

Quando gli uomini vivono in contrapposizione ed estraniati non è possibile eseguire una grande opera comune. Le mentalità divergono troppo. Anzitutto non bisogna procedere bruscamente, il che acuirebbe solo la contrapposizione, ma bisogna limitarsi ad ottenere effetti graduali. Qui si può sperare ancora nella salvezza, visto che la situazione è tale che la contrapposizione non esclude del tutto la conciliazione.
La contrapposizione, la quale appare in generale come impedimento, ha come suo contrapposto polare, nell'ambito d'un totale che la contiene, anche alcune funzioni buone ed importanti.
Le contrapposizioni tra cielo e terra, spirito e natura, uomo e donna producono, quando vengono compensate, la creazione e la propagazione della vita. Nel mondo visibile delle cose la contrapposizione rende possibile la suddivisione in generi, con la quale il mondo giunge all'ordine.

L'IMMAGINE

Sopra il fuoco, sotto il lago:
L'immagine della contrapposizione.
Così il nobile conserve, pure in comunanza, la sua particolarità.

Come i due elementi fuoco ed acqua mai si mescolano, anche quando stanno assieme, ma conservano invece la natura loro propria, così l'uomo colto, pur frequentando ed avendo interessi comuni con persone di indole differente, non si lascerà mai indurre ad essere ignobile, bensì manterrà nonostante ogni comunanza pur sempre la sua natura particolare.

LE SINGOLE LINEE

Il pentimento svanisce.
Se smarrisci il tuo cavallo non corrergli dietro; Ritorna da solo.
Quando vedi gente cattiva guardati da errori.

Anche in tempi di contrapposizione si può agire in modo da rimanere esenti da errori di modo che il pentimento svanisca. Non bisogna, in caso di contrapposizione incipiente, voler ottenere per forza si otterrebbe così solo il contrario, come quando un cavallo al quale si corre dietro si allontana sempre più. Se si tratta del cavallo nostro lo si può lasciare correre tranquillamente: ritorna da sé. Così anche un uomo che appartiene a noi e che momentaneamente da noi si allontana per un malinteso ritorna da noi se lo si lascia fare. Così è pure opportuno essere prudenti quando persone cattive, che non appartengono alla nostra cerchia, tentano di farsi strada verso di noi - anche questo in conseguenza di un malinteso. Qui è opportuno evitare errori: non voler allontanare tali persone con la violenza, il che produrrebbe ancora più facilmente inimicizie, ma semplicemente tollerarle. Finiranno col ritirarsi da sole.

O Nove al secondo posto significa:

Si incontra il proprio signore in istretto vicolo. Nessuna macchia.

In conseguenza di malintesi non e possibile che delle persone, le quali sono affini per indole, s'incontrino in maniera del tutto corretta. Allora è ammissibile anche un incontro casuale, senza particolari formalità, purché vi sia questa affinità interiore.

Si vede la propria carrozza strappata indietro, I bovi fermati,
Tagliati all'uomo capelli e naso.
Principio non buono, ma fine buona.

Talvolta sembrerebbe che tutto congiuri contro di noi; ci si vede impediti e trattenuti nel progresso, ci si vede insultati e lesi (il taglio dei capelli e del naso era una pena grave e disonorevole). Ma non bisogna allora lasciarsi fuorviare, anzi, nonostante questi contrasti, occorre conservarsi fedeli a quella persona alla quale si sa di essere affini. Così, nonostante il brutto inizio, l'esito finale sarà buono.

Isolati per contrapposizione si incontra un compagno di sentimenti
Che si può frequentare in fedeltà.
Nonostante il pericolo nessuna macchia.

Trovandosi in una compagnia della quale si è interiormente separati da contrapposizioni si finisce in solitudine. Ma se in tale situazione si incontra un uomo il quale originariamente ci appartenga per l'intero suo carattere e al quale si possa donare completa fiducia, allora si superano tutti i pericoli dell'isolamento. La nostra volontà si compie e diventiamo liberi da errori.

Il pentimento svanisce.
Il compagno si fa strada coi denti attraverso l'involucro.
Andando a lui, come potrebbe essere questo un errore ?

S'incontra una persona fedele che dapprincipio si misconosce nel generale estraniamento. Ma egli si fa strada coi denti attraverso gli involucri che li separano. Allora è dovere di colui al quale questo compagno si mostra nella sua vera indole di andargli incontro e di collaborare con lui.

Isolato per contrapposizione si vede il proprio compagno
Come un porco carico di sudiciume,
Come un carro pieno di diavoli.
Prima si tende l'arco contro di lui,
Poi si ripone l'arco.
Non è un predone, egli vuol promettersi a tempo debito.
Andandovi cade pioggia, poi viene salute !

Qui l'isolamento è prodotto da malintesi, e non da condizioni esteriori ma da stati d'animo. Si misconoscono i migliori amici, li si ritiene impuri come un porco sudicio e pericolosi come un carico di diavoli. Ci si pone in posizione di difesa, ma infine si riconosce il proprio errore, si ripone l'arco accorgendosi che l'altro viene con le migliori intenzioni di unirsi strettamente a noi. Così la tensione si dissolve. L'unione dissipa la contrapposizione, come la pioggia che cade subentra all'afa di prima. Tutto va bene, poiché la contrapposizione, proprio quando è giunta al culmine, si capovolge nel suo opposto.

------
(I) cfr.: “ Non vi è paura nell'amore “.


 
 
   
Metodo lancio tre monete Astrologia de Yi Ching