58. TUI – IL SERENO, IL LAGO


7
7


7
7

Tui è, come Sunn, uno degli otto segni doppi. Tui significa la
figlia più giovane, ha come immagine il sorriso del lago, come qualità la letizia. La letizia non è fondata, come potrebbe dapprima sembrare, sulla mollezza che si mostra nella linea superiore. La qualità
del principio tenero, ovverosia oscuro, non è gioia bensì mestizia. La letizia poggia invece sul fatto che all'interno vi sono due linee forti che si estrinsecano per mezzo della mollezza.
Vera letizia poggia dunque sul fatto che all'interno sussistono
saldezza e forza, le quali verso l'esterno compaiono temperate e miti.

LA SENTENZA

Il sereno. Riuscita. Propizia è perseveranza.

L'umore giocondo è contagioso e perciò ha successo. La letizia
ha bisogno della costanza come fondamento, per non degenerare in
allegria sfrenata. Veracità e forza devono dimorare nel cuore, mentre
la mitezza si palesa verso l'esterno nel modo di trattare la gente.
In questa maniera occupa il posto giusto davanti a Dio ed agli
uomini e si raggiunge qualche cosa. Colla sola intimidazione senza
mitezza si può anche raggiungere qualche cosa, per il momento, ma
non perdura. Se invece si conquista il cuore della gente colla gentilezza la si induce a sobbarcarsi volentieri ad ogni stento, anzi, quando
ha da essere, a non rifuggire nemmeno dalla morte. Tanto e il potere che la gioia ha sugli uomini.

L'IMMAGINE

Laghi poggiati l'uno sull'altro:
L'immagine del sereno.
Così il nobile si riunisce con i suoi amici
Per discutere e per imparare.

Un lago evapora verso l'alto e così pian piano si esaurisce. Ma
quando due laghi sono collegati l'uno con l'altro essi non si esauriscono così facilmente, perché l'uno arricchisce l'altro. Così avviene
anche nel campo della scienza. La scienza deve essere una forza che
rinfresca e vivifica. E questo può diventare solo nella vivificante
compagnia di amici della medesima mentalità, con i quali si discute
e ci si esercita nell'applicazione delle verità della vita. Così il sapere
diventa più universale ed acquista una serena facilità, mentre il sapere dell'autodidatta conserva sempre un certo che di pesante e di
unilaterale.

LE SINGOLE LINEE

Nove all'inizio significa:

Serenità contenta. Salute!

Una letizia quieta, silenziosa, raccolta in se stessa, che non pretende nulla dal di fuori e che tutto accoglie, rimane libera da ogni
simpatia e antipatia egoistica. Già in questa libertà vi è la salute,
poiché contiene in sé la tranquilla sicurezza d'un cuore saldo in se
stesso.

O Nove al secondo posto significa:

Serenità verace. Salute. Il pentimento svanisce.

Si è spesso in rapporto con persone inferiori, dalla cui compagnia ci attraggono gioie diverse di quelle che si addicono all'uomo
superiore. Se si volesse partecipare a tali gioie, ciò trarrebbe certamente pentimento al suo seguito; giacché un uomo superiore non può
essere veramente soddisfatto con gioie inferiori. Se in conseguenza
di questa intelligenza non ci si lascia deviare dalle proprie intenzioni, in modo da non trovar piacere in questo genere di gioie, allora nemmeno un ambiente dubbio oserà proporci dei divertimenti bassi, visto che proprio questi non ci allieterebbero. Con ciò solo ogni cagione di rammarico è eliminata.

Sei al terzo posto significa:

Serenità. che sopraggiunge. Sciagura!

La vera letizia deve sgorgare dall'intimo. Ma se interiormente
si è vuoti in modo che ci si perde nell'esteriorità, le gioie sopravvengono dal di fuori. E queste sono benvenute ai molti che cercano diversivi. Coloro che hanno bisogno di diversivi perché interiormente
malfermi, troveranno sempre l'occasione di distrarsi. Essi attirano le
gioie esteriori per la vacuità della loro natura. Con ciò essi perdono
sempre più loro stessi, il che è naturalmente male.

Nove al quarto posto significa:

Serenità ponderata non si acquieta.
Eliminati i difetti si ha letizia.

Spesso l'uomo si trova circondato da varie specie di gioie. Finché
egli non ha ancora deciso quale specie di gioia voglia scegliere, la
superiore o l'inferiore, fino allora è interiormente inquieto. Solo allorché ha chiaramente riconosciuto che le passioni arrecano sofferenza,
è in grado di prendere la decisione di disfarsi di quello che è basso
e di aspirare alle gioie superiori. Quando questa decisione è divenuta
irrevocabile la vera e intima serenità e quiete sono trovate, ed
conflitto interiore e vinto.

Nove al quinto posto significa

Veracità verso il corrosivo è pericolosa.

Anche al migliore degli uomini si avvicinano elementi pericolosi.
Accettandone la presenza il loro influsso corrosivo agisce con molta
lentezza, ma sicuramente, e trae seco inevitabilmente i suoi pericoli. Ma chi riconosce la situazione ed e capace di smascherare
pericolo, quegli sa stare in guardia e rimane libero da danno.

Sei sopra significa:

Serenità seducente.

La vanità interiore richiama i piaceri della distrazione, e se ne
dovrà soffrire (cfr. sei al terzo posto). Se interiormente non si è consolidati, le gioie del mondo esteriore, alle quali non ci si sottrae,
agiscono così fortemente che si è trascinati al loro seguito. Qui non
si parla più di pericolo, di salute o di sciagura. Si é lasciato andare
il timone della vita e dipende dal caso e dagli influssi esteriori quello
che avverrà di noi.