10. LU - Il PROCEDERE






II procedere significa da un lato il giusto modo di comportarsi. Sopra è il cielo, il padre, sotto è il lago, la figlia minore. Ciò mostra la differenza fra alti e bassi, base del giusto comportamento in societa. Procedere significa in cinese letteralmente: "montare su qualche cosa". Il piccolo, il sereno monta sul grande forte. La direzione di moto dei due segni primordiali è verso l'alto. Che il forte monti sul debole è una cosa naturale, che nel Libro dei Mutamenti non è specificatarnente detta. Il montare del debole sul forte non è pericoloso perché avviene giocondamente, senza presunzione, così che il forte non si irrita e bonariamente lascia fare.

LA SENTENZA

Procedere sulla coda della tigre. Essa non morde l'uomo.
Riuscita.

La situazione veramente è difficile. Fortissimo e debolissimo stanno in immediata vicinanza. Il debole va dietro al forte e si dà da fare con lui. Ma il forte lascia fare e non gli arreca alcun male, poichè il contatto è sereno e non offensivo. La situazione umana è che si è in rapporto con persone selvatiche, inaccessibili. In questo caso si raggiunge il proprio scopo attenendosi nel procedere ai buoni costumi. Buone, gradevoli forme nel procedere conducono alla riuscita, anche nei confronti di persone irritabili.

L'IMMAGINE

In alto è il cielo, in basso è il lago:
L'immagine del procedere.
cosė il nobile distingue superiori ed inferiori.
E consolida in tal modo i sentimenti del popolo

Cielo e lago monstrano la differenza di altitudine proveniente spontaneamente dalla loro natura e quindi non offuscata da alcuna invidia. Anche fra gli uomini devono esservi delle differenze d'altezza. E' impossibile raggiungere un livellamento generale. Si tratta, invece, che le differenze di rango nella società umana non siano arbitrarie ed ingiuste; poichè in tal caso invidia e lotta di classe ne sarebbero la conseguenza immancabile. Quando invece le differenze esteriori di rango corrispondono ad un giustificato diritto intrinseco, quando la dignità interiore dà la misura del rango esteriore; allora gli uomini si acquetano e la società si armonizza.

SINGOLE LINEE

Procedere semplice. Progredire senza macchia.

Ci si trova in una situazione nella quale non si è ancora vincolati dagli obblighi sociali. Se si procede con semplicità si rimane liberi da obblighi sociali e, visto che non si pretende nulla dagli uomini e ci si accontenta, si possono seguire tranquillamente le inclinazioni del proprio cuore. Il procedere non significa fermarsi ma progredire. Ci si trova in una modestissima situazione iniziale. Si possiede, però, la forza interiore che garantisce il progresso. Se ci si accontenta della semplicità si può progredire senza macchia. Qualcuno non è capace di stare quieto in condizioni modeste, questi vuole spingersi avanti ed è ambizioso e inquieto perché vuol sfuggire a bassezza e povertà con il suo comportamento, non già perché voglia realmente produrre qualcosa. Raggiunta la metà egli diverrà certamente altezzoso e amante del lusso. Perciò il suo procedere è offuscato da macchie. L'uomo capace invece si accontenta di un procedere semplice. Egli vuole progredire per produrre qualcosa. Raggiunta la meta egli produce realmente e tutto si conclude bene.

Nove al secondo posto significa:

Procedere per via semplice, piana.
La perseveranza d'un uomo oscuro reca salute.

E' rappresentata la situazione di un saggio solitario. Egli si tiene lontano dall'andirivieni del mondo, non pretende nulla da nessuno e non si lascia accecare da mete allettanti. Rimane fedele a se stesso e cammina così su una strada pianeggiante, in pace, attraverso la vita. Siccome è frugale e non provoca il destino, rimane libero da complicazioni.

Sei al terzo posto significa:

Un orbo sa vedere, uno sciancato sa procedere.
Egli procede sulla coda della tigre. Questa morde l'uomo.
Sciagura
Un guerriero agisce così per il suo grande principe.

Un orbo sa vedere, ma ciò non gli basta per veder chiaro. Uno sciancato sa procedere, ma ciò non glì basta per avanzare. Se qualcuno affetto da tali debolezze si ritiene ugualmente forte e si butta nel pericolo, attira su di sè sciagura, poichè egli commette qualcosa che va al di là delle sue forze. Questo temerario modo di precipitarsi in avanti senza badare alle proprie forze può andare tutt'al più per un guerriero che combatte per il suo grande principe.

Egli procede sulla coda della tigre.
Prudenza e circospezione conducono finalmente alla salute

Si tratta qui d'un'impresa pericolosa. Sussiste la forza interiore sufficiente per eseguirla. Ma la forza interiore si congiunge verso l'esterno con esitante prudenza, all'opposto della linea precedente la quale interiormente debole mentre si sospinge avanti verso l'esterno. Così il successo finale, che consiste nel fatto che si ottiene ciò che si vuole, cioè che si supera il pericolo progredendo, è sicuro.

O Nove al quinto posto significa:

Procedere deciso.
Perseveranza con coscienza del pericolo.

Si tratta del signore di tutto il segno. Ci si vede costretti a procedere decìsi. Facendolo, però, bisogna rimaner consci del pericolo congiunto con un tale procedere deciso; specialmente se si persiste nell'agire. Solo la coscienza del pericolo rende possibile la riuscita.

Nove sopra significa:

Mira il tuo procedere ed esamina i segni favorevoli. Se tutto è perfetto viene sublime salute.

L'opera è compiuta. Se si vuol sapere se la sua conseguenza sarà la salute, si guardi indietro sul proprio procedere e sulle conseguenze che esso ebbe. Se gli effetti sono buoni la salute è certa. Nessuno conosce se stesso. Solo dalle conseguenze delle azioni, dai frutti delle opere, si può giudicare che cosa ci si deve attendere.